UniTo Università degli Studi di Torino
Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere e Culture Moderne
Lettorati di Tedesco         
 Dipartimento di Lingue


GLOSSARIO TEDESCO – ITALIANO

 

La parola  glossario indica un elenco di termini di difficile comprensione che vengono resi più chiari attraverso una breve spiegazione. Esso si differenzia dal semplice dizionario perché, anziché comprendere tutti i vocaboli di una lingua, comprende solo ed esclusivamente termini meno comuni o propri di una determinata disciplina.

Un glossario viene quindi di solito realizzato come sostegno ed integrazione di un testo “specialistico”, relativo ad un determinato ambito, e ha lo scopo di guidare ed aiutare il lettore in una migliore comprensione del testo in questione. Affrontando infatti un argomento, una disciplina completamente nuova, il lettore si trova ad essere molto spesso spaesato oppure solamente bisognoso di un supporto, di un aiuto per muoversi in modo adeguato e per orientarsi.

È proprio questa stessa sensazione di spaesamento che prova lo studente Erasmus che si trova per la prima volta ad avere a che fare con un sito Internet in lingua straniera, soprattutto in una lingua di cui non ha ancora totale padronanza; in questi portali vengono infatti utilizzati termini specialistici, inerenti al linguaggio amministrativo universitario, un linguaggio per molti versi sconosciuto addirittura nella lingua madre.

Il glossario riguarda quindi termini inerenti al linguaggio amministrativo universitario, con particolare attenzione alla traduzione dal tedesco all’italiano allo scopo di creare uno strumento utile agli studenti Erasmus di nazionalità italiana intenzionati a trascorrere un periodo di studi in Austria oppure in Germania.

I termini inseriti nel glossario sono stati estrapolati dai tre siti Internet delle università tedesche prese in esame (Graz, Dresda e Bielefeld); il percorso da me seguito per l’individuazione di questi vocaboli comprende quasi esclusivamente i link che possono interessare gli studenti Erasmus e che quindi offrono loro le principali informazioni (ricerca di un alloggio, copertura sanitaria, registrazione presso la polizia, immatricolazione, orari delle lezioni,…). Questi link sono facilmente individuabili grazie alla buona organizzazione dei siti universitari tedeschi ed austriaci, che riservano una parte della loro struttura all’accoglienza e alla guida degli studenti stranieri che intendono trascorrere un periodo di studio presso quell’università. 

 

 

5.2 Glossario tedesco – italiano*

* il grassetto indica la voce da definire, tra parentesi si trova lo scioglimento di una sigla, successivamente la traduzione, l’eventuale corrispondente in italiano ed infine la spiegazione della voce

 

AAA (Akademisches Auslands Amt):
- Ufficio Accademico per Stranieri,
~ Ufficio Erasmus.

 Offre tutte le informazioni utili agli studenti Erasmus “incoming”

 

Absolvent:
1. chi partecipa ad un corso o ad una lezione,
2. all’università indica sia il laureando sia il laureato,
3. al liceo indica sia il diplomando sia il diplomato

 

akademisches Jahr:
anno accademico.

Esso risulta suddiviso in semestre invernale e semestre estivo, durante i quali si tengono i corsi che vanno da metà ottobre a metà febbraio e da metà aprile a fine luglio. Tra un semestre e l’altro vi sono le Semesterferien, alcuni mesi di vacanza dedicati alla stesura di relazioni e compiti e alla preparazione nonché allo svolgimento degli esami, ~ Studienjahr

 

amtlich:
ufficiale, ufficialmente.

Più in generale tutto ciò che si riferisce ad un ufficio o ad una autorità

 

Anrechnung von Studienleistungen:
resoconto del rendimento universitario.

Quando lo studente Erasmus termina il suo soggiorno presso l’università straniera e ritorna a casa, molto importante è il cosiddetto Credit transfer. I crediti ottenuti con i corsi definiscono l’impegno e il lavoro compiuto dallo studente durante il suo soggiorno, vengono presentati all’ufficio Erasmus ed analizzati da una commissione che valuta il riconoscimento degli esami; per l’intero anno accademico vengono assegnati 60 crediti, per un semestre 30, per un trimestre 20. Qualora lo studente decidesse di proseguire i suoi studi all’estero, è tenuto a rispettare e seguire le disposizioni del paese, dell’università e della facoltà ospitanti

 

Anschlagbrett:
bacheca,
tabellone per avvisi, comunicazioni ed affissioni
~ Anschlagtafel


Antrag auf Zulassung:

domanda di ammissione
ad un esame, ad un corso, ad un ciclo di studi.

Per gli studenti Erasmus è di solito prevista una procedura molto semplice: lo studente che lo desideri fa domanda per il soggiorno all’estero, si rivolge per “l’accettazione” all’Ufficio Erasmus della sua università, la quale deciderà quali studenti far partire in base ad una serie di requisiti. La nomina e i moduli compilati vengono successivamente inviati all’università ospitante e lo studente risulta regolarmente iscritto al successivo anno accademico; allo stesso tempo lo studente deve contattare l’università ospitante per richiedere una sistemazione compilando un apposito modulo e specificando data d’arrivo e durata del soggiorno. L’immatricolazione vera e propria avviene invece successivamente durante la Begrüßungswoche  presso la stessa università, al termine della quale, sbrigate tutte la formalità, lo studente riceve il suo nuovo numero di matricola, lo Studentenausweis (come l’Athena Card) e la password personalizzata per utilizzare i computer dell’università

 

Ansprechpartner:
referente.

Persona alla quale ci si può rivolgere per ottenere informazioni e chiarimenti su un determinato problema e/o soggetto

 

AOK (Allgemeine Ortskrankenkasse):
sede della mutua.

È presente in ogni città e ad essa occorre consegnare il modulo E 111 per la copertura sanitaria all’estero; la consegna avviene tuttavia presso la sede locale della mutua (vedi GEBIETSKRANKENKASSE) legata ad ogni circoscrizione nella quale si suddivide la città

 

Aufbaustudiengang:
~ master, stage post
– laurea.

Vi possono prendere parte gli studenti laureati e può durare al massimo due anni

 
Aufenthaltsbewilligung/ -genehmigung:
permesso di soggiorno.

Tutti gli  studenti Erasmus necessitano di un permesso di soggiorno e hanno quindi l’obbligo di registrarsi presso al polizia al loro arrivo, anche se gli studenti provenienti dai paesi dell’Unione Europea, dall’Islanda, dalla Svizzera, dal Liechtenstein e dagli Stati Uniti non hanno bisogno del visto; la registrazione avviene tramite documento d’identità, attestato di residenza da parte del padrone di casa ed eventualmente attestato di partecipazione al Progetto Erasmus. Prima della partenza al termine del soggiorno, occorre annullare la propria registrazione compilando un Abmeldezettel

 

 

 

Aufnahmeprüfung:
esame di ammissione ad un corso
oppure ad una facoltà

 

Ausländerbehörde:
autorità straniere.

Si tratta dell’ufficio stranieri, di consolati ed ambasciate presenti su un territorio ai quali gli studenti stranieri possono rivolgersi per problemi riguardo al permesso di soggiorno, alla residenza,…

 

Auslandsbeauftragte:
delegato dei contatti con l’estero.

Incaricato di un settore oppure di un’università al quale ci si rivolge non appena giunti sul posto per instaurare un primo vero contatto con l’università stessa

 

Bachelor:
dottore, laureato.

Il termine di origine inglese è stato adottato dai paesi di lingua germanica per indicare il titolo di studi conseguibile con la laurea triennale.

 

BAFöG (Bundesausbildungsförderungsgesetz):
legge per il sostegno dell’istruzione scolastica
ed universitaria in Germania.

Prevede l’erogazione di borse di studio a seconda della fascia di reddito di appartenenza; con BAFög si indica di solito semplicemente la borsa di studio

 

Bedienstete:
impiegato / a all’interno di un ufficio

 

Beglaubigung:
certificato, attestato.

Lo si può ottenere a seguito della frequentazione di un corso, di un seminario oppure a seguito del superamento di un esame (vedi Schein, Zeugnis)

 

Begrüßungswoche:
settimana di accoglienza organizzata ogni semestre per gli studenti Erasmus.

La partecipazione è obbligatoria e la settimana di accoglienza può comprendere alcune importanti attività quali immatricolazione, visita guidata della città, visita del campus universitario, corso intensivo di lingua,…


Behandlungskosten:
spese per le cure mediche.

Ogni studente Erasmus, disponendo del modulo per la copertura sanitaria all’estero, sosterrà spese minime per visite e cure mediche presso la mutua

 

Beifügung:
allegato perlopiù ad un documento

 

beigefügter Vordruck:
modulo prestampato perlopiù allegato (beigefügt) ad un documento ufficiale

 

Beitrag:
1.contributo soprattutto in denaro,
2.intervento durante una discussione

 

Beleg / Belegbogen:
attestato.

Ogni studente è tenuto a procurarsi presso la segretaria di facoltà dei moduli che dovranno poi essere compilati dai docenti dei corsi frequentati e che dovranno testimoniare la semplice partecipazione ad un corso oppure il superamento ed il voto del relativo esame ~ Zeugnis, Teilnahmezeugnis

 

Bewerbungsantrag:
domanda d’iscrizione

 

Bewerbungsunterlagen:
documentazione richiesta per la domanda d’iscrizione

 

BIB (Büro für Internationale Beziehungen):
ufficio per le relazioni internazionali.

Si tratta di un ufficio presente con questa denominazione presso l’Università di Graz, al quale gli  studenti stranieri (soprattutto Erasmus) si rivolgono per ottenere chiarimenti e delucidazioni oppure moduli particolari

 

BS (Blockseminar):
seminario concentrato in pochi giorni di lezioni consecutivi e molto intensi

 

Bulletin:
bollettino.

Piccolo e breve giornale di informazione riguardante l’università

Buß – und Bettag:
giorno di preghiera e di penitenza
inserito tra le festività religiose tedesche (festeggiato solamente nei Länder di religione protestante)

 

Campusgelände/ Universitätsgelände:
campus universitario.

Area, zona sulla quale si sviluppano e si distribuiscono gli edifici e le strutture del campus universitario

 

DAAD (Deutscher Akademischer Austauschdienst):
Servizio Tedesco per gli Scambi Accademici.

Organizzazione tedesca che si occupa degli scambi accademici con la Germania, illustrando tutte le possibilità che lo studente straniero può avere per trascorrere un periodo di studi in questo paese

 

DaF: Deutsch als Fremdsprache

 

DaZ: Deutsch als Zweitesprache

 

Dekanat:
decanato o presidenza di facoltà

 

Deutschkenntnisse:
conoscenze di lingua tedesca.

Le conoscenze degli studenti Erasmus non vengono verificate ma, al termine del loro soggiorno, essi devono possedere un buon livello di conoscenza del tedesco. Tutte le università tedesche ed austriache organizzano comunque nel corso del semestre dei corsi di tedesco suddivisi in diversi livelli di competenza; altri corsi vengono inoltre proposti da istituzioni parallele a quella universitaria

 

Dienstleistung:
uffici e servizi messi a disposizione di un’università

 

Dienstsiegel:
sigillo

 

Dissertation:
tesi di dottorato di ricerca.
Termine utilizzato quasi esclusivamente in ambito universitario
~ Doktorarbeit

 

DSH
(Deutsche Sprachprüfung für den Hochschulzugang):
esame di lingua tedesca per l’accesso all’università.

Gli studenti Erasmus che al termine del loro progetto presso un’università tedesca decidano di proseguire e terminare qui i loro studi, sono tenuti a sostenere questo esame come tutti gli altri studenti stranieri che hanno iniziato il loro percorso di studi presso questa università

 

ECTS
(European Credit Transfer System):
sistema europeo di crediti universitari.

Gli studenti ricevono per ogni corso frequentato e corrispettivo esame superato un certo numero di crediti. Ogni studente deve raggiungere nel corso ogni anno accademico un determinato numero di crediti per poter accedere all’anno successivo

 

Einführungsveranstaltung:
evento, manifestazione introduttiva.

Si tratta di eventi e manifestazioni organizzate per dare il benvenuto oppure per fornire le prime indicazioni ai partecipanti a seminari o gruppi di lavoro

 

Eingabeformular:
modulo per una richiesta.

Questo documento deve essere compilato dagli studenti per fare domanda per un servizio oppure per una richiesta particolare

 

Einstufungstest:
esame d’ammissione.

Test sostenuto per accedere ad es. ad una facoltà e che ha lo scopo di inquadrare le capacità e le conoscenze dello studente

 

Einwohnermeldeamt:
ufficio dell’anagrafe.
Si tratta di un ufficio presso il quale occorre registrarsi come residente nel paese ospitante (Germania o Austria) per un breve periodo

 

Erasmus-Initiative:
iniziative ed attività per gli studenti Erasmus.

Si tratta di una iniziativa studentesca nata presso l’università di Bielefeld: studenti tedeschi, dell’università stessa che hanno già affrontato il Progetto Erasmus, conoscendo le domande, i problemi e le preoccupazioni legate a questa esperienza di soggiorno all’estero, cercano di aiutare e guidare gli studenti Erasmus “incoming”; ad ogni singolo studente viene assegnato un Mentor o Tutor al quale potrà rivolgersi in caso di bisogno e che lo guida per tutta la durata di questa esperienza. Questo gruppo di studenti tedeschi organizza anche numerose attività per il tempo libero (gite, visite guidate, cinema, teatro,…) e feste universitarie a tema che permettono agli studenti di incontrarsi, conoscersi e di apprezzare le rispettive culture

 

Erhebungsbogen:
questionario per rilevare dati e valori

 

Exmatrikulation:
annullamento dell’immatricolazione.

Al termine del percorso universitario gli studenti regolari oppure al termine del progetto gli studenti Erasmus sono tenuti a cancellare la propria iscrizione presso l’università

 

Fachrichtung:
indirizzo di studi specialistico.

Lo studente deve scegliere un indirizzo per poter limitare la propria preparazione. Mentre in Italia questo avviene generalmente al terzo anno di università, in Austria e in Germania lo studente è chiamato a scegliere il proprio indirizzo fin dal primo anno accademico

 

Fachschaft:
1. studenti di una disciplina,
2. gruppo di rappresentanti degli studenti di una facoltà

 

Fachschwerpunkt:
materia principale di un corso.

Il termine viene soprattutto utilizzato in ambito scolastico

 

 

Fachsemester:
semestre di studio.

Si tratta del numero totale di semestri utili per completare lo studio di una Fach; la durata di questo periodo può essere diversa per la Hauptfach e per la Nebenfach (ad es. si ha bisogno di più semestri per completare lo studio della Hauptfach rispetto alla Nebenfach)

 

Fachvokabular:
lessico tecnico, specialistico

 

fakultätsübergreifend:
interfacoltà, che interessa varie facoltà universitarie

 

FAQ (Frequently Asked Questions):
domande poste più frequentemente.

Si tratta di un elenco di domande che solitamente vengono poste dagli studenti (Erasmus e non) a titolo informativo. L’università si preoccupa in questo caso di fornire le risposte corrispondenti in modo che lo studente possa, attraverso tale link, ottenere tutte le informazioni di cui necessita senza doversi rivolgere al personale amministrativo

 

Fernstudium:
corsi a distanza.

Corsi per corrispondenza che non si svolgono presso una struttura universitaria, bensì a casa, senza un insegnante e con l’ausilio di un computer

 

Förderungsmöglichkeit:
possibilità di finanziamento.

Con questo termine vengono indicate tutte le possibilità offerte da istituti ed organizzazioni per trascorrere un periodo di studio in Germania (un opuscolo a questo proposito è stato pubblicato dal DAAD)

 

Frist:
termine, scadenza.

Vocabolo molto utilizzato in ambito amministrativo che indica appunto una scadenza da rispettare  per la consegna di una relazione, per il pagamento di una tassa oppure per l’iscrizione ad un esame (composti: Anmeldefrist, Lieferfrist, Zahlungsfrist,…) 

 

FSR (Fachschaftsrat):
comitato degli studenti.

Si tratta del più importante organo di rappresentanza degli studenti presso un’università tedesca

 

FV (Fakultätsvertretung):
gruppo di rappresentanza della facoltà

 

Gebietskrankenkasse:
sede locale della mutua,
~ ASL (Azienda Sanitaria Locale).

A questa struttura occorre consegnare il modulo E111 per la copertura sanitaria all’estero e ad essa ci si può rivolgere per eventuali prestazioni mediche

 

GER (Germanistik):
Germanistica.

Abbreviazione che indica la sezione, il dipartimento di Germanistica che comprende i corsi e le attività inerenti la lingua e la letteratura tedesca

 

GEWI (Geisteswissenschaftliche Fakultät):
facoltà di Lettere e Discipline Umanistiche

 

HS (Hörsaal):
aula.

Acronimo utilizzato per indicare genericamente un’aula universitaria di solito grande e adibita alle Vorlesungen, anche se è possibile trovare altri tipi di aule; le loro abbreviazioni sono presenti nella guida ai corsi accanto al titolo di ciascun corso universitario (es. SR – Seminarraum)

 

HSZ (Hörsaalzentrum):
acronimo che indica perlopiù un edificio dotato di più aule universitarie dove si tengono le lezioni

 

Hauptfach:
materia principale di un corso di studi.

Si tratta dell’indirizzo di studi principale scelto da uno studente, al quale occorre tuttavia abbinare anche una Nebenfach (ç vedi definizione), ~ presso la nostra università gli studenti della facoltà di Lingue devono scegliere due lingue (l’una per quattro anni, l’altra per tre anni), anche se sia in Austria, sia in Germania Hauptfach e Nebenfach possono non avere legami tra loro (es. Romanistica  e Psicologia)

 

Immatrikulation:
immatricolazione.

L’iscrizione all’università ospitante avviene generalmente in loco durante la Begrüssungswoche che si tiene all’inizio di ogni semestre per gli studenti Erasmus. Per l’immatricolazione sono necessari l’attestato di partecipazione al Progetto Erasmus, una foto tessera, un documento d’identità e il modulo E111 per la copertura sanitaria; immediatamente o dopo circa una settimana lo studente riceve il numero di matricola, lo Studentenausweis (come l’Athena Card), la password personale per accedere ai computer dell’università e il cosiddetto Semesterticket (ç vedi definizione)

 

Jugendherberge:
ostello della gioventù.

Presso tale struttura una persona (perlopiù giovani) può dividere la stanza per dormire e il bagno con altre persone. Gli ostelli non rientrano tuttavia nelle possibilità di sistemazione offerte dall’università e quindi non sono da essa sovvenzionate

 

KFUNI (Karl – Franzens Universität):
acronimo utilizzato per indicare l’università di Graz presso la quale si recano gli studenti Erasmus che ne fanno domanda

 

Klausur:
prova scritta di un esame

 

Kolloquium:
in ambito universitario può simboleggiare
1. momento di discussione all’interno di una lezione,
2. un esame “piccolo” e non particolarmente importante

 

Krankenkasse:
mutua, servizio sanitario nazionale tedesco
ed austriaco.

Presso la Krankenkasse del proprio quartiere (Gebiet), lo studente Erasmus deve consegnare il modulo E111 oppure E128 per la copertura sanitaria all’estero, potendo in questo modo usufruire delle prestazioni sanitarie in loco

 

Krankenversicherung:
assicurazione sanitaria.

La si può ottenere attraverso il modulo E111 oppure E128 che lo studente è tenuto a procurarsi prima della partenza presso l’ASL di competenza e che assicura una totale copertura sanitaria da parte della mutua tedesca: una volta giunto sul posto lo studente dovrà consegnare il proprio modulo alla Gebietskrankenkasse. Studenti stranieri seguiti privatamente in patria sono comunque tenuti a consegnare un modulo per la copertura sanitaria, mentre chi non risulta assicurato nel proprio paese, può stipulare un’assicurazione in Germania pagando ogni mese circa 49 euro

 

Kto:
abbreviazione che indica il conto.

Ogni studente Erasmus è invitato, in caso di soggiorno della durata minima di 6 mesi, ad aprire un conto presso una banca tedesca o austriaca; le procedure sono molto semplici e gratuite ed il conto bancario risulta particolarmente utile perché nella maggior parte dei casi l’affitto viene scalato automaticamente di mese in mese

 

KVV (kommentiertes Vorlesungsverzeichnis):
guida ai corsi commentata.

Si tratta di una sorta di elenco dei corsi che si tengono in un semestre e di cui vengono fornite, in forma breve, alcune informazioni quali contenuto e bibliografia. Il KVV è disponibile sul sito dell’università e viene pubblicato in forma cartacea da ciascuna facoltà

 

Lageplan:
planimetria.

Sorta di mappa del campus universitario oppure di un edificio in particolare che definisce ed illustra la dislocazione di aule, luoghi di ritrovo ed edifici

 

Lebenshaltungskosten:
costo della vita.

In questo conteggio non sono comprese le tasse universitarie che comunque sono particolarmente esigue, mentre sono compresi l’affitto, la spesa, le eventuali prestazioni sanitarie e circa 100 euro per il contributo sociale e per il Semesterticket (ç vedi definizione)

 

Lebensunterhalt:
mantenimento, sostentamento.

Termine utilizzato per indicare l’insieme degli elementi necessari per il mantenimento dello studente ( spesa, affitto, costi degli spostamenti, tasse universitarie, corsi vari a pagamento,…)

 

Lehramt:
insegnamento.

Termine utilizzato per indicare perlopiù un particolare tipo di diploma che si può conseguire presso una determinata facoltà: in questo caso si ottiene il diploma per l’insegnamento nelle scuole primarie e secondarie

 

Lehrkraft:
docente di una struttura scolastica oppure universitaria

 

Lehrveranstaltung:
lezione.

Termine utilizzato generalmente per indicare una lezione universitaria che tuttavia, a seguito di caratteristiche differenti, può assumere denominazioni diverse (Vorlesung, Seminar, Proseminar, Blockseminar)

 

LKH (Landeskrankenhaus):
ospedale della regione

 

LV:
acronimo (
vedi Lehrveranstaltung)

 

Magister:
laureato.

Si tratta del titolo di studio conseguibile presso una facoltà umanistica

 

(An-)Meldebogen:
modulo d’iscrizione all’università oppure ad un corso

 

Mittelstufe:
livello intermedio.

Questo termine viene impiegato assieme ad altri quali ad es. Oberstufe per indicare il grado di difficoltà di un corso oppure il livello di conoscenza della lingua

 

NC–FACH (Numerus Clausus):
facoltà a numero chiuso.

 Ad essa si può accedere solamente attraverso il superamento di un test, di un esame di ammissione

 

NDL (Neue Deutsche Literatur):
acronimo utilizzato per indicare l’insegnamento della letteratura tedesca moderna

 

Nebenfach:
materia secondaria, complementare.

Si tratta dell’indirizzo di studi secondario scelto da uno studente in abbinamento alla Hauptfach (ç vedi definizione)

 

N. N./ n. n. (nomen nominandum):
la dicitura “docente da nominare” accanto alla disciplina

 

ÖAD (Österreichischer Austauschdienst):
Servizio Austriaco per gli Scambi Accademici.

Si tratta della più grossa organizzazione, istituzione nell’ambito della mobilità internazionale in Austria

 

ÖBB (Österreichische Bundesbahn):
ferrovie dello Stato austriache

 

ÖH (Österreichische Hochschülerschaft):
insieme delle strutture e delle istituzioni per l’insegnamento universitario austriaco

 

ÖV (öffentlicher Verkehr):
trasporto pubblico

 

Studienberatung:
orientamento.

L’orientamento per gli studenti che vogliono accedere all’università viene solitamente fornito da uffici appositi situati nel campus stesso

 

Praktikum:
tirocinio.

Stage che uno studente può o deve fare per un corso oppure al termine del suo ciclo di studi

 

Promotionsausschuss:
commissione per la promozione.

Essa stabilisce quali sono gli studenti che possono accedere al dottorato di ricerca

 

Proseminar:
tipo di lezione universitaria molto simile al Seminar ma con contenuti propedeutici (primi due anni di corso)

 

Prüfungsanforderungen:
conoscenze richieste per un esame

 

Prüfungsausschuss:
commissione d’esame.

Di fronte ad essa lo studente deve sostenere una prova che può essere scritta oppure orale

 

Prüfungsordnung:
regolamento d’esame.

Si tratta di un insieme di regole e fondamenti utili per sostenere un esame; esso regola la composizione della commissione d’esame e l’esecuzione dell’esame stesso. In un regolamento d’esame vengono definite quali prerogative devono venire soddisfatte per l’iscrizione ad un esame (tipo di studio, tipo e quantità di prestazioni dello studente), come si svolge l’esame (esame scritto oppure orale), come avviene la valutazione e in quali circostanze un esame può essere interrotto, rimandato oppure ripetuto. Per quanto riguarda gli esami di Stato (ad es. quello per l’insegnamento nelle scuole), il regolamento viene deciso dal Land, mentre per gli esami universitari viene deciso dalle singole facoltà oppure da un consiglio regionale

 

Prüfungsunterlagen:
materiale relativo ad un esame

 

Prüfungsvoraussetzungen:
requisiti necessari per sostenere un esame

 

Referat:
relazione.

Gli studenti sono tenuti a prepararla su un argomento del corso frequentato e poi a presentarla agli altri studenti sempre nel corso della lezione; normalmente il Referat vale come esame di profitto

 

Repetitorium:
ripetizione.

Ripasso breve ma mirato del programma di una Vorlesung oppure di un Seminar come preparazione ad un esame scritto oppure orale. Questo ripasso viene condotto da un Repetitor (studente con esperienza, assistente di un docente) soprattutto presso la facoltà di Giurisprudenza

 

RE–SO–WI ZENTRUM
(Rechts -, Sozial – und Wirtschaftswissenschaft):
facoltà di Giurisprudenza, Scienze Sociali ed Economiche presso l’Università di Graz

 

ROM (Romanistik):
Romanistica.

Abbreviazione che indica il dipartimento che comprende i corsi e le attività inerenti lingua e letteratura italiana, francese e spagnola

 

Rückmeldung:
reiscrizione, conferma semestrale dell’iscrizione all’università.

Ogni studente deve pagare un piccolo contributo di semestre in semestre per poter continuare gli studi; per il semestre estivo l’iscrizione avviene a gennaio, per quello invernale avviene invece a giugno

 

Satzung:
statuto.

Insieme di decreti e disposizioni riguardanti una società, un gruppo, un edificio scolastico e/o universitario

 

Schein:
attestato.
Certificato che attesta la frequenza ad un corso universitario,
~ Bescheinigung (
vedi anche Begläubigung e Zeugnis)

 

Schriftstücknummer:
numero o codice che contraddistingue un atto,
un documento ufficiale

 

Schwarzes Brett:
bacheca.

Su di essa è possibile trovare offerte per l’affitto di una stanza. Si tratta di annunci di affittuari privati che sono tenuti a specificare le dimensioni della stanza e l’ammontare dell’affitto stesso: spetterà poi al singolo studente mettersi in contatto con il privato qualora sia interessato

 

Sekretariat:
segreteria.

Può essere dell’università oppure di una singola facoltà e presso di essa lo studente può ottenere informazioni e chiarimenti su corsi, esami e formalità burocratiche

 

Sem (Semester):
abbreviazione che indica il semestre accademico

 

Semesterticket/ -marke:
tessera semestrale.

Viene distribuita agli studenti Erasmus all’inizio del semestre di studio presso l’università di Bielefeld, con la quale essi hanno la possibilità di utilizzare gratis treni, autobus e tram per un raggio di 50 km. Lo studente è obbligato a portare sempre con sé in queste occasioni il Semesterticket e ad esibirlo, qualora venisse richiesto, accompagnato dal documento d’identità e dallo Studentenausweis

 

Seminar:
tipo di lezione universitaria i cui partecipanti devono intervenire e contribuire ad essa con relazioni, esposizioni orali e discussioni

 

SLK (Sprach-, Literatur- und Kulturwissenschaft):
Facoltà di Scienze Linguistiche, Letterarie e Culturali.

Essa è formata a sua volta dai dipartimenti di Anglistica, Germanistica, Romanistica e Slavistica

 

SR (Seminarraum):
aula dei seminari

 

SS (Sommersemester):
si tratta del periodo di lezione che va da marzo/aprile fino a luglio

 

Studentenwerk:
1. ente per il diritto allo studio,
2. organizzazione che si occupa di servizi per gli studenti, stranieri e non (es. studentato, mensa, …)

 

Studentenwohnheim:
studentato, casa dello studente.

Presso di essa lo studente può affittare una camera e vivere assieme ad altri studenti per tutta la durata del suo soggiorno

 

Studiengang:
corso di studi presso un’università

 

studienhalber:
per motivi di studio

 

Studienjahresablaufplan:
struttura dell’anno accademico

 

Studienrichtungsfolder:
dépliant, fascicolo informativo su un determinato indirizzo di studi

 

SWS (Semesterwochenstunden):
ore settimanali in un semestre.

Si tratta della durata di un corso riferito alle ore per settimana all’interno del semestre, ad es. una Vorlesung che si tiene per un’ora il lunedì, il mercoledì e il venerdì sarà contraddistinta da 3 SWS, mentre un Seminar che si tiene per due ore un solo giorno avrà 2 SWS. Quando gli SWS di tutti i corsi vengono sommati, si ottiene il numero totale di SWS per il semestre oppure per l’intero corso di studi

 

Tagung:
convegno, congresso

 

TU (Technische Universität):
1. Politecnico,
2. università che ospita anche facoltà umanistiche (es.
Technische Universität di Dresda)

 

Tutoriat/ Tutorium:
gruppo di lavoro.

Può essere legato ad un corso o ad un seminario nel quale il materiale e il programma del corso stesso viene preparato oppure discusso. Il Tutorium è organizzato e condotto da un Tutor che può essere l’assistente di un docente oppure uno studente dell’ultimo anno

 

UB (Universitätsbibliothek):
biblioteca universitaria generale.

 Ogni facoltà dispone tuttavia di una propria biblioteca

 

Übergangsbestimmung:
disposizione temporanea, provvisoria

 

Übung:
esercizio.

Lezione alla quale può partecipare un numero ristretto di studenti e nella quale questi ultimi devono conoscere e mettere in pratica i metodi di lavoro di una determinata materia

 

Universitätsleitung:
presidenza ma anche direttivo dell’università

 

Universitätsrechenzentrum:
centro informatico universitario

 

Universitätsverwaltung:
1. uffici dell’università,
2. gestione amministrativa dell’università

 

USI (Universitätssportinstitut):
istituto sportivo universitario.

È l’edificio dove ci si può iscrivere alle attività sportive organizzate dall’università e dove si possono anche frequentare corsi inerenti allo sport

 

USZ (Universitätssportzentrum):
centro sportivo universitario.

Presso di esso si tengono le varie attività sportive organizzate dall’università e che si possono frequentare a prezzi veramente modici

 

Vermerk:
nota, annotazione, appunto

 

Vertretung:
1. supplenza, sostituzione ad es. in un corso, 

2. rappresentanza, delegazione ad es. del gruppo degli studenti universitari

 

Visum:
visto.

Gli studenti provenienti dai paesi dell’Unione Europea, da Svizzera, Liechtenstein, Islanda e Stati Uniti non necessitano di un visto per studiare in Germania e in Austria (ç vedi definizione Aufenthaltsbewilligung)

 

VO:
abbreviazione (
vedi Vorlesung)

 

 

 

Voraussetzungen:
prerogative.

Con questo termine si vogliono indicare le caratteristiche che lo studente deve possedere per poter accedere ai progetti di mobilità:

  • Gli studenti devono essere membri di un paese dell’Unione Europea oppure di un paese associato dell’Est Europeo (Bulgaria, Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia, Romania, Repubblica Ceca, Slovenia, Slovacchia, Cipro, Malta)
  • Gli studenti non devono pagare le tasse presso l’università ospitante anche se può accadere che continuino a pagarle nel corso del loro soggiorno presso l’università di provenienza
  • Gli stipendi nazionali o i prestiti non possono essere interrotti oppure accorciati
  • Il soggiorno all’estero deve durare da un minimo di tre mesi ad un massimo di un anno
  • Gli studenti stranieri e non, al primo anno di università non possono fare domanda per il Progetto Erasmus

 

Vorlesung:
lezione frontale su un determinato tema o argomento tenuta da un docente

 

Vorlesungsverzeichnis:
guida dei corsi disponibile sia sul sito Internet, sia in forma cartacea

 

Wahlpflichtfach:
materia facoltativa.

La si può scegliere all’interno di una lista di più materie in base alle preferenze dello studente

 

WBS (Wohnberechtigungsschein):
autorizzazione abitativa.

Si tratta di un documento utile ed indispensabile nel caso di alloggi in case popolari: per usufruire di tali abitazioni occorre attestare il livello mensile del proprio reddito e possedere un permesso di soggiorno della durata di almeno un anno

 

WG (Wohngemeinschaft):
insieme di persone (di solito studenti) che dividono un appartamento o una casa

 

 

WGDAF (Wissenschaftliche Gesellschaft zur Förderung des Deutschen als Fremdsprache):
organizzazione austriaca per il sostegno del tedesco come lingua straniera.

Essa si propone di favorire un progetto didattico nell’ambito del DaF sia in Austria, sia all’estero, di coordinare corsi di studi e lavori di ricerca sul territorio nazionale, di organizzare congressi e cicli di conferenze nonché di pubblicare opere e riviste

 

Wohnraum:
letteralmente “spazio abitativo”.

 Più comunemente il termine indica la stanza, la camera affittata dallo studente

 

WS (Wintersemester):
si tratta del periodo di lezione che va da ottobre a gennaio

 

Zeugnis:
attestato.

Certificato di frequenza ad un corso ma più spesso attestato che certifica il voto ottenuto ad un esame. Lo studente è tenuto a ritirare tali attestati per poter avere in Italia il riconoscimento degli esami sostenuti all’estero

 

Zi:
abbreviazione che simboleggia il termine Zimmer

 

ZID (Zentraler Informationsdienst):
servizio informazioni.
Esso fornisce spiegazioni e chiarimenti su tutto ciò che riguarda l’università

 


 

torna indietro - HomePage